Borsa di studio “Sante Bortolamasi” 2017

Borse di Studio Sante Bortolamasi 2017

Letizia Paolini, Elisa Borghi, Cecilia Colombini, Lamberto Levoni

Thomas Tascedda, e Marco Luppi, che hanno saputo distinguersi in modo particolare nelle materie informatiche.

Si è svolta Domenica 21 Maggio, la cerimonia di consegna delle Borse di studio “Sante Bortolamasi”, destinate ai ragazzi più meritevoli della scuola Secondaria G. Leopardi di Castelnuovo Rangone.
L’associazione i “Soliti Noti”, attraverso l’impegno profuso durante l’ultima edizione della festa del  “Superzampone”, si è operata per metterne a disposizione i proventi ricavati.
L’instancabile lavoro del gruppo volontari genitori, guidato dalla Nicoletta Lasagni, ha così permesso di ottenere un ulteriore motivante traguardo a favore dei ragazzi del paese.
Questa iniziativa fortemente voluta da Stefano Bortolamasi, ha l’intento di tramandare ai più giovani l’esempio lasciato da Sante.
Ricordiamo che il “Re dello Zampone”, oltre ad essersi impegnato alla valorizzazione del territorio, dell’economia e delle tipicità agro-alimentari, si è trovato numerose volte in prima persona, alla guida di progetti destinati a valorizzare e ad incoraggiare le doti sportive ed umane dei giovani.
Capofila di numerose associazioni sportive, è sempre stato al fianco sia di campioni mondiali, sia di giovani promesse.
Questo premio per i ragazzi più meritevoli, rappresenta sicuramente il miglior modo per celebrare la memoria di Sante, ricordandone la sua importante figura di promotore e sostenitore dell’impegno dei più giovani.
Sono stati premiati: Letizia Paolini, Elisa Borghi, Cecilia Colombini e Lamberto Levoni.
Oltre a queste quattro borse di studio, sono stati riconosciuti i meriti di Matteo Gozzi, Thomas Tascedda, e Marco Luppi, che hanno saputo distinguersi in modo particolare nelle materie informatiche.
Grazie alla donazione ricevuta dalla ditta “Logel” di Luca Lolli, ad ognuno di questi ultimi è stato assegnato un kit “Raspberry Pi”.
Si tratta di un computer dotato di sistema operativo “Open Source”, concepito per stimolare l’insegnamento di base dell’informatica e della programmazione all’interno della didattica scolastica.

Share on Facebook
Questa voce è stata pubblicata in Borsa di studio. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.